Semipermanente o gel: quale scegliere?

Le mani sono un importante biglietto da visita. Ecco perché è fondamentale che siano sempre curate e in ordine: la pelle deve essere morbida e luminosa, le unghie in salute.

La scelta del colore dello smalto dipende dal gusto personale e dalla moda del momento. Ma come applicarlo? Oggi allo smalto tradizionale si affiancano quello semipermanente e il gel, in grado di dare risultati migliori in termini di aspetto e durata.

Ma qual è la soluzione migliore tra queste due possibilità? Ovviamente dipende dal risultato che si vuole ottenere, entrambe hanno aspetti positivi e negativi.

Il semipermanente si applica come un normale smalto, ma si indurisce con il calore della lampada UV: questo lo rende molto più resistente e gli conferisce una durata di un paio di settimane. La rimozione è abbastanza semplice, bastano 5 minuti immerso in un normale solvente per unghie e il semipermanente si stacca come una pellicola, senza danneggiare le unghie.

Il trattamento con il gel, invece, è una vera e propria ricostruzione, in grado quindi di correggere esteticamente le unghie rovinate o danneggiate. Per questa ragione, deve essere eseguito da un professionista, che sappia modellare le unghie secondo la forma desiderata, dando però un risultato naturale. Il gel dura più a lungo del semipermamente ed è meno soggetto alle rotture accidentali. Anche la rimozione però è più laboriosa e la deve effettuare un professionista, perché lo strato di gel va tolto con la fresa.

Ancora indecise? Chiedete consiglio al vostro estetista di fiducia, che saprà consigliarvi il trattamento migliore.

No comments yet! You be the first to comment.

Add Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *