Ossigeno per il viso

Le star di Hollywood ne vanno matte, molte di loro non sfilano sul tappeto rosso se prima non hanno effettuato una seduta di quello che ormai chiamano “the red carpet facial”; si vocifera addirittura che Madonna abbia acquistato un macchinario per ossigenoterapia per ognuna delle sue case.

Ma in cosa consiste questo trattamento?

L’ossigenoterapia è l’ultima fase di un trattamento viso dell’estetista: perché sia efficace, infatti, è necessario che la pelle sia perfettamente pulita e che i pori siano ben aperti, per permettere all’ossigeno di penetrare in profondità.

Si comincia con una delicata esfoliazione, che rimuove le cellule morte; si applica poi una soluzione specifica per detergere e tonificare la cute che, così preparata, viene sottoposta a un trattamento a base di ossigeno puro, acido jaluronico e vitamine, applicate sul viso con un aerografo.

I risultati sono visibili già dalla prima seduta: il viso è subito più luminoso (l’ossigeno ha anche un effetto schiarente), piccole rughe e difetti sono minimizzati. Sul lungo periodo, questo trattamento combatte l’invecchiamento cutaneo, perché stimola la produzione di collagene.

L’ossigenoterapia è quindi indicata come antiage, ma anche per curare l’acne: sarà l’estetista a stabilire quali cosmetici applicare insieme all’ossigeno, in base alle problematiche della pelle.

Sarà sempre l’estetista a consigliare il numero delle sedute e la frequenza del trattamento, necessari per un risultato a lungo termine.

Gli effetti collaterali sono praticamente inesistenti, salvo un po’ di rossore subito dopo la seduta.

No comments yet! You be the first to comment.

Add Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *